Spixanarchia

CONTRO LE GUERRE E CONTRO GLI STATI SEMPRE E COMUNQUE

 

“Chi dice «Stato» dice necessariamente «Guerra».”

(P. Kropotkin)

Non è facile dare una lettura obiettiva delle rivolte popolari che negli ultimi mesi hanno interessato i popoli del Nord Africa e degli avvenimenti bellici che a tutto oggi continuano a interessare la Libia.

Non è facile perché le notizie che si hanno a disposizione arrivano filtrate dai media dei regimi occidentali.

Carlo Pisacane

L'ALTRO RISORGIMENTO

Nell’anno del 150esimo dell’unità d’Italia ci preme ricordare Carlo Pisacane che se pur presente, fino a poco tempo fa, in tutte le antologie scolastiche, attraverso la poesia di Luigi Mercantini La spigolatrice di Sapri è inserito in modo alquanto superficiale nella storiografia ufficiale (soprattutto in quella scolastica) disconoscendo il suo reale pensiero.

QUANDO MUOIONO I BAMBINI

da http://senzafrontiere.noblogs.org/ -  blog del Coordinamento Antirazzista della FAI (Federazione Anarchica Italiana)

 

Roma, 6 febbraio. Quattro bambini bruciano vivi in una baracca ai margini del nulla metropolitano. Siamo a Tor Fiscale. Assi, plastica, poche povere cose. Basta una scintilla, un braciere acceso per tenere lontano l’inverno, e il fuoco si mangia tutto. Il resto è copione già visto. La disperazione dei parenti, l’indignazione del sindaco post fascista della capitale, che strilla che servono poteri speciali per fare campi sicuri, che si infuria contro la burocrazia. Un alibi traballante ma poco importa. In fondo sono solo zingari. La mattina dopo arrivano le ruspe e tirano giù tutte la baracche. L’ordine è ripristinato. Arriva anche la magistratura, che mette sotto inchiesta il padre e le due madri: abbandono di minore. La madre di tre dei bambini e nonna del quarto
non crede all’incidente: il braciere era lontano, le fiamme sono divampate troppo in fretta.