SpixAnarchia Info

Spixana e l’anarchismo sociale


L’anarchismo sociale opera a Spezzano Albanese dal gennaio del 1973.
La storia dell’anarchismo locale è la storia di azioni di lotta protese alla costruzione di una socialità nuova:

  • una socialità pubblica ma non statale;
  • una socialità altra in conflitto con la socialità ufficiale del dominio;
  • una socialità che non accetti supinamente le decisioni del palazzo municipale ma che le controlli, le contrasti pubblicamente e le rifiuti se non le condivide, proponendo e praticando alternative concrete di autogoverno, frutto di discussioni assembleari e popolari.

La storia dell’anarchismo locale, iniziata negli anni settanta fra i contadini, gli studenti, i lavoratori edili, i disoccupati, le bidelle licenziate, il comitato vedove ed orfani, il comitato case occupate, il comitato del quartiere San Lorenzo, è proseguita con le lotte sociali dell’USZ (Unione Sindacale Zonale), struttura anarcosindacalista territoriale che si è costituita nel 1979 e che per tutti gli anni ottanta è stata attiva nella realtà del comprensorio.

Nel 1992 la USZ si fonde nella costituzione della FMB – Federazione Municipale di Base, struttura comunalista libertaria attualmente attiva, che svolge la funzione di peculiare laboratorio comunitario di autogoverno con azioni, frutto di proposte e pratiche sociali altre, che contrastano e delegittimano le decisioni che l’amministrazione comunale pretende di imporre alla comunità.

L’attività  della FMB – Federazione Municipale di Base dal 1992 agli anni a venire ha stimolato la nascita di ulteriori strutture libertarie, tra cui l’Associazione Culturale “La Società Altra- Laboratorio Comunalista di ricerche e iniziative sociali, struttura che valorizza in termini culturali l’attività degli anarchici e dei libertari e che dalla stessa viene a sua volta valorizzata.

L’attività sociale di queste strutture configurano ormai, giorno dopo giorno, la costruzione di una vera e propria comunità autogestita ed autogestionaria, “La Spezzano Altra”, una Spezzano distinta, separata e conflittuale con la “Spezzano del Potere”, con la Spezzano dell’amministrazione comunale di stato.