I morti non possono ribellarsi ma noi vivi si, E dobbiamo farlo!!

 

FMB - FEDERAZIONE MUNICIPALE di BASE

di Spezzano Albanese

Comunicato Stampa del 23 novembre 2010

QUESTIONE CIMITERO


CITTADINE/I, NON PERMETTIAMO A NESSUNO DI DECIDERE SULLE NOSTRE TESTE!

In data 18.11.2010 il Consiglio Comunale di Spezzano Albanese, riunito presso la sede municipale, ha approvato all'unanimità il "Project financing" e relativo contratto tra la "curti-cos.ma srl" e Comune, riguardante l'ampliamento cimiteriale, quale ultimo atto in ordine di tempo dell'iter che vede coinvolte l'ex amministrazione Nociti e l'attuale amministrazione Cucci e che di seguito viene dettagliatamente descritto:

  • il 28.12.2007 (in carica Giunta Nociti) prot. com. n. 13257 la Ditta Consorzio "CURTI COS.MA" presenta al comune di Spezzano Albanese il suddetto "Project financing";
  • il 29.08.2008 (in carica Giunta Nociti) il "Project financing" con deliberazione n. 98 della Giunta Municipale di Spezzano Albanese viene qualificato come proposta di pubblico interesse;
  • il 24.11.2008 (in carica Giunta Nociti) con determinazione n. 405 del settore 3° area tenico-manutentiva comune di Spezzano Albanese il "Project financing" viene sottoposto a gara;
  • in data 21.05.2009 (in carica Giunta Nociti) andata deserta la gara viene redatto apposito verbale;
  • il 05.06.2009 (in carica Giunta Nociti) con da determinazione n. 218 del settore 3° area tenico-manutentiva di Spezzano Albanese si approva il verbale di gara con l'impegno di provvedere all'aggiudicazione dell'appalto a favore del promotore;
  • il 15.06.2009 (in carica Giunta Cucci) il promotore del "Project financing" dichiara all'amministrazione comunale con relativa documentazione, prot. com. di Spezzano Albanese n. 7654, che nel frattempo la ditta "consorzio curti cos.ma" si è trasformata in "Curti-cos.ma srl";
  • il 15.07.2009 (in carica Giunta Cucci), con determinazione n. 251 del settore 3° area tenico-manutentiva comune di Spezzano Albanese preso atto che il promotore si è trasformato nel frattempo da ditta "Consorzio Curti cos.ma" in "curti-cos.ma srl" si approva in maniera definitiva a favore della "Curti-cos.ma srl" l'aggiudicazione della costruzione, progettazione, gestione del servizio cimiteriale;
  • il 04.03.2010 (in carica Giunta Cucci), presso la sede municipale di spezzano albanese, viene stipulato il contratto di convenzione tra il comune di spezzano albanese e l'impresa "Curti-cos.ma srl" per la progettazione, realizzazione e gestione dell'ampliamento de cimitero.

La Comunità, completamente ignara di tutto questo iter amministrativo, relativo alla questione "ampliamento cimiteriale", che sia la Giunta Nociti che la Giunta Cucci si sono ben guardate dal sottoporlo all'attenzione pubblica, ne viene a conoscenza solo dopo che la FMB e la FASpixana, in possesso della relativa documentazione richiesta all'amministrazione comunale, allestirà sul tema il 13 giugno 2010 una mostra pubblica, redigerà per la stessa data un apposito opuscolo, che a tutt'oggi è pubblicato in www.anarchia.info, e terrà il 18 luglio 2010 un pubblico comizio nel piazzale della Scuola Elementare.
La FMB e la FASpixana, in occasione delle suddette manifestazioni, esprimono le loro considerazioni altamente critiche sull'operazione "ampliamento cimiteriale" e soprattutto sul contratto di convenzione tra la "Curti-cos.ma srl" e il comune, definito "classista, offensivo e  pluri-milionario per l'impresa" per le seguenti ragioni:

  • predispone lotti per cappelle gentilizie di serie A, B, C, D e loculi a colombario, classificando anche dopo la morte i ricchi e i poveri;
  • offende le libertà di religione con la costruzione di una chiesetta, sicuramente cattolica, di circa 150mq da realizzare al centro dei campi di inumazione, oltre ad ignorare completamente il pensiero laico, agnostico, ateo;
  • "regala" all'impresa fior di milioni, se solo si considera che a fronte di un progetto di euro 1.278.000 il ricavo della solo vendita dei lotti si attesta a euro 1.872.200, e che a questi andranno ad aggiungersi gli utili derivanti all'impresa in quanto stazione che appalta la costruzione delle cappelle (che può anche essere permessa a soggetti terzi, solo previo consenso del concessionario), nonché gli utili derivanti dalla gestione (10 anni, eventualmente 15) del servizio cimiteriale (lampade votive, canone annuo);
  • e dulcis in fundo nell'art. 30 del contratto si legge che il Comune si impegna a concedere al concessionario in forma accessoria parte delle aree acquisite per la realizzazione di cappelle private da sub-concedere per un periodo massimo di 99 anni e che lo scioglimento per qualsiasi causa del rapporto di concessione non ha effetto sulla concessione accessoria.

A finanziare il tutto sarà la comunità per seppellire i suoi morti, ma cosa ne riceverà in cambio? Udite, udite:  50 loculi a colombario, quale prezzo della concessione all'impresa, per l'area cimiteriale privatizzata per anni 15 e altri 84 o 34 loculi a colombario (non si capisce bene per come è concepito l'art. 34 del contratto) per l'area cimiteriale privatizzata per anni 99!
Insomma, da quel che la FMB è riuscita a comprendere, sembra che l'amministrazione comunale abbia barattato col privato parte dell'area dell'ampliamento cimiteriale in cambio di altri 34 o 84 loculi a colombario. Se così è: di chi l'affare? Della comunità o della "Curti-cos.ma srl"? A voi cittadine/i la risposta!

Insomma è proprio vero che il linguaggio contrattuale non ha limiti nel mascherare con altre parole ciò che si chiama privatizzazione del servizio cimiteriale! Difatti, stando alla filosofia che fa da base al contratto, al di là delle chiacchiere che maggioranza e opposizione raccontano, la verità è semplicemente questa:

  • l'ampliamento cimiteriale di Spezzano Albanese, a parere della FMB, con differenza di aree e di durata, è stato comunque privatizzato! Ossia, un'area è stata privatizzata per 15 anni e un'altra area è stata invece privatizzata per 99 anni.

Per tutte queste ragioni, la FMB, in occasione delle manifestazioni tenute a Giugno e Luglio 2010, chiese all'amministrazione comunale di convocare un'assemblea pubblica in merito, ma ovviamente la richiesta è caduta nel vuoto.
Il 16 novembre 2010 nell'ambito del Consiglio Comunale Domenico Liguori, quale esponente della FMB, avendo chiesto la parola dal pubblico, cortesemente concessagli dal Sindaco chiede allo stesso e a tutto il consiglio di rinviare il punto "ampliamento cimiteriale" e convocare un'assemblea popolare per discutere pubblicamente della questione. Niente! maggioranza e opposizione amministrativa rifiutano la proposta e ratificano all'unanimità la convenzione tra la "Curti-cos.ma srl" e il comune, stipulata il 04.03.2010.

La FMB, ritenendo che alla comunità non può essere precluso il diritto di discutere sulla questione "ampliamento cimiteriale", si renderà promotrice della costituzione di un comitato popolare che si attivi in una campagna di raccolta di firme finalizzata a quanto segue:

  • per la revoca della delibera consiliare del 16.11.2010;
  • per la convocazione di un'assemblea popolare sul contratto di convenzione stipulato alla chetichella il 04.03.2010 tra la "Curti-cos.ma srl" e il comune di Spezzano Albanese.


CITTADINE/I PARTECIPATE TUTTI!

DATE IL VOSTRO SOSTEGNO ALLA RACCOLTA FIRME!

 

FMB – FEDERAZIONE MUNICIPALE di BASE


Nota:

Chi volesse consultare l’intero opuscolo sulla questione cliccare qui