FMB

FMB – FEDERAZIONE MUNICIPALE DI BASE


Negli anni settanta del XX secolo, grazie all’intervento nel sociale degli anarchici, si costituivano a Spezzano vari comitati e organismi di base, fra i contadini, gli studenti, i lavoratori edili, i disoccupati, alcune bidelle licenziate, le vedove ed orfani, gli occupanti delle case popolari, gli abitanti del quartiere San Lorenzo.

Nel 1979 dall’unione dei suddetti comitati nasceva la USZ (Unione Sindacale Zonale), struttura anarcosindacalista territoriale che per tutti gli anni ottanta è stata attiva nella realtà del comprensorio.
Nel 1992 la USZ si fonde nella costituzione della FMB – Federazione Municipale di Base, struttura comunalista libertaria, peculiare laboratorio comunalista di autogoverno che con azioni, frutto di proposte e pratiche sociali altre, contrasta e delegittima le decisioni che l’amministrazione comunale pretende di imporre alla comunità.

La FMB nasce da adesioni civiche ed intercategoriali (lavora­tori dipendenti, disoccupati, studenti, pensionati, cittadini), non persegue fini di impresa o di lucro, si caratterizza autono­mamente, è indipendente da ogni qualsivoglia Partito e Ideologia politica, Pensiero filosofico, Fede religiosa, e si dà come finalità e compiti i seguenti:

  • promuovere la solidarietà tra tutti i lavoratori, i disoccu­pati, gli studenti, i pensionati nella difesa e nella conquista dei loro interessi categoriali;
  • promuovere la solidarietà tra tutti i cittadini nella difesa e nella conquista degli interessi del Territorio, dell'Ambiente, dei Servizi Sociali in genere.

Inoltre, da convinta assertrice che i problemi di natura sociale possano trovare risoluzione solo nell’azione diretta, autonoma e autogestita di coloro che li vivono, la FMB promuove: 

  • azioni coordinate tra tutti i suoi affiliati per offrire scambi di idee e confronto riguardo a tutte le iniziative che gli stessi intraprendano nel Mondo del Lavoro e nel Sociale in genere;
  • la prassi dell'associazionismo autogestionario tra tutti i cittadini, i lavoratori, i disoccupati, gli studenti, i pensionati nell'ambito dei Municipi e del  Territorio di appar­tenenza. 

Alla FMB possono aderire tutti i cittadini, i lavoratori di­pendenti, i disoccupati, gli studenti, i  pensionati, al di fuori di ogni distinzione di grado, sesso, razza, credo poli­tico, filosofico, religioso.
La FMB pone le sue basi sui principi dell'autorganizzazione, dell'autogestione,  della democrazia diretta, bandisce ogni principio di organizzazione verticistica, di auto­ritarismo, di burocraticismo e (mentre si propone di confederarsi o di coordinarsi a livello territoriale, provinciale, regionale, nazionale ed internazio­nale con tutte quelle strutture di base affini per principi, finalità ed organizzazione) protende la sua azione diretta verso la costruzione di una società di Don­ne e Uomini liberi ed uguali, basata sul libero accordo e sull’autogoverno, federata orizzontalmente tra gli individui nell’ambito di un’associazione, tra associazioni nell’ambito di un municipio e tra comuni, province, regioni, nazioni in una grande confederazione internazionale.