2011

Prodotti di banco alimentare buttati come spazzatura

Questo articolo è collegato ad una galleria di foto. Vedi in mezzo all'articolo.

 

Spezzano Albanese

Le suore “Figlie di Maria Ausiliatrice”, il “Corpo Nazionale Soccorritori Italiani Protezione Civile”, l’Amministrazione comunale, cosa ne pensano?

Miliardi di uomini e donne popolano oggi la Terra, ma non vivono in uguaglianza. Tutti hanno le identiche esigenze, ma non tutti possono soddisfarle. Per difendersi dal freddo hanno tutti bisogno di indumenti, hanno tutti bisogno di una casa, al pari di come hanno tutti bisogno del cibo per sconfiggere la fame, ma non tutti hanno gli indumenti e una casa, non tutti hanno il cibo. A pochi un’immensa ricchezza, ai più miseria e fame: è questo il dono dell’odierna società gerarchica.

L’ALTRO RISORGIMENTO, FEDERALISMO E QUESTIONE SOCIALE

Redazionale

Solitamente quando si parla di Risorgimento, almeno per come ci hanno insegnato a studiarlo dai libri di testo a scuola, è ovvio che la nostra mente vada subito a focalizzare l’insieme degli eventi che lo caratterizzarono come un movimento di idee e di azioni tutte protese alla scacciata dello straniero ed alla conquista di un’Italia Stato/Nazione, libera e indipendente. In realtà, non è cosi, o meglio non è del tutto così, perché il Risorgimento non è stato solo questo ma anche altro.

150° anniversario dello Stato unitario italiano, No grazie

di Domenico Liguori

“NOSTRA PATRIA È IL MONDO INTERO, NOSTRA LEGGE LA LIBERTÀ”

Ci dicono che quest’anno il 17 di marzo festeggeremo i 150 anni dell’Italia unita.

Non c’è bugia più grossolana di questa. Che io sappia, stando ai dati che la storia e la scienza ci tramandano, l’Italia come territorio geografico è così da millenni e millenni: a meno che 150 anni fa un terremoto, sfuggito agli annali della storia ma non a chi festeggerà il 17 di marzo, abbia unito vari territori a se stanti in un unico territorio chiamato poi Italia.