Redazione

A FIANCO DELLA RIVOLTA TUNISINA

 

La Faspixana - FAI e la FMB esprimono piena solidarietà alle lotte sociali che partite dalla Tunisia, hanno poi interessato e continuano ad interessare l’Algeria, il Marocco, l’Egitto, ed oggi anche l’Albania.

Pubblichiamo di seguito il comunicato della Commissione di Relazioni Internazionali della Federazione Anarchica Italiana - FAI.

 

Nel 1999, l'ammiraglio Fulvio Martini, già dirigente del Servizio Segreto Militare (SISMI) riferì alla Commissione Stragi del Parlamento italiano: “Negli anni 1985-1987 organizzammo una specie di colpo di Stato in Tunisia, mettendo il presidente Ben Ali a capo dello Stato, sostituendo Bourguiba (esponente di primissimo piano nella lotta di indipendenza dal colonialismo francese, NdR)”. Martini, inoltre, nel suo libro “Nome in codice: Ulisse” precisò che le direttive venivano da Craxi e da Andreotti, allora rispettivamente presidente del consiglio e ministro degli esteri.