NO TAV

NO TAV E LA NEOLINGUA DEL POTERE

I lacrimogeni, i manganelli e l’infamia non impediranno la vittoria delle comunità resistenti!

Immaginate per paradosso se Giorgio Napolitano, nella sua qualità di Presidente della Repubblica, in merito agli scontri avvenuti nella manifestazione No Tav del 3 luglio 2011 avesse rilasciato dichiarazioni con contenuto opposto a quello in realtà espresso, ed immaginate, ancora, che sempre paradossalmente avremmo potuto ritrovarle riportate pari pari dalla stampa e dai media tutti, tipo: