FAI

La libertà non si delega

Dalla Commissione di Corrispondenza della FAI
Manifesto astensionista della Federazione Anarchica Italiana  (F.A.I.)

 

clicca sull'immagine per aprire o scaricare il file pdf

 

DELLA LOTTA ARMATA E DI ALCUNI IMBECILLI

il Convengo della Federazione Anarchica Italiana riunito a Reggio Emilia nei giorni 2 e 3 giugno 2012 ha discusso ed approvato il seguente documento sulla questione degli informali.

Nel nostro paese la situazione politica e sociale mostra chiari segni di un’involuzione autoritaria su scala globale. Il dispiegarsi di politiche disciplinari in risposta alle questioni sociali è segno che il tempo dei compromessi, delle socialdemocrazie sta tramontando. Potremmo dover fare i conti con il rischio che si impongano regimi decisamente autoritari. La criminalizzazione dei movimenti sociali e degli anarchici, prepara il terreno e nuovi dispositivi repressivi: nuove leggi, nuovi procedimenti penali, una sempre più forte torsione delle normative vigenti, un sempre maggior controllo militare del territorio.

IL TERRORISMO ALBERGA NEL POTERE

di Domenico Liguori

In questo particolare momento in cui in Italia un governo di tecnocrati semina provvedimenti di lacrime e sangue a danno delle fasce sociali meno abbienti … ecco che puntuale il Potere, quello con la P maiuscola, come in un film già visto, rispolvera dai suoi armadi il pericolo del terrorismo anarchico, la caccia all’anarchico bombarolo, la sua tanto amata equazione anarchia = violenza = terrorismo.

Quanto andrò ora a scrivere potrà sembrare diretto a quelle testate giornalistiche e a quei pennivendoli che asserviti al potere intendono far passare nella pubblica opinione l’equazione anarchia = violenza = terrorismo, ma almeno nelle mie intenzioni non è affatto così. Ciò di cui andrò a trattare auspico che possa invece giungere a tutte quelle donne e quegli uomini che il potere vuole perennemente sottomessi alle sue angherie, iniquità, barbarie, perché ad essi e solo ad essi è diretto. È ad essi diretto con l’auspicio che possa stimolarli a ricercare la verità vera, quella verità che mai nessun pennivendolo di mestiere svelerà mai, quella verità che ci dice che il terrorismo alberga nel Potere, perché congenito alla sua natura.