Discariche

VI DICONO CHE A SPEZZANO C’È LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

 

Ma né gli amministratori, né l’opposizione consiliare e figuriamoci la City Net vi dicono dove vanno a finire la plastica, le lattine, il vetro … se vengono venduti e quanto si ricava.

Non vi dicono dove va a finire l’umido … se viene venduto e quanto si ricava.

Non vi dicono dove va a finire la carta (la City Net con un apposito manifesto ha comunicato solo il quintalaggio raccolto negli ultimi anni) … se viene venduta e quanto si ricava.

LA CITY NET AVVELENA SPEZZANO COL PERCOLATO

 

Gli amministratori tacciono, le opposizioni dormono

Questo articolo è associato ad una galleria

A maggio in piena campagna elettorale tutti i candidati gridavano dai palchi che il grande problema da affrontare e risolvere era quello dei rifiuti … oggi a distanza di tre mesi dall’insediamento della maggioranza e dell’opposizione consiliari, diteci in grande sincerità: che cosa è cambiato, a parte l’eliminazione di alcuni e solo alcuni ammassi di rifiuti siti nelle periferie del paese?

IL TAR rigetta il ricorso DAS e fra gli amministratori scoppia la festa dell'ipocrisia

di Domenico Liguori


Nel frattempo: rifiuti, fogne a cielo aperto, percolato, inquinamento rete idrica sovrastano il paese e grossi business si affacciano all’orizzonte per le solite bande tecnico-politiche su piano strutturale, allargamento cimitero etc., mentre in seno alla maggioranza le solite beghe infantili ma certamente non disinteressate promettono scintille.

 

L’esultanza dei menzogneri

In merito al rigetto da parte del Tar del ricorso della DAS srl, impresa che nel 2008 aveva avviato con la amministrazione comunale dell’epoca la procedura per l’installazione nel territorio di Spezzano Albanese di un depuratore di “rifiuti speciali non pericolosi”, leggo sul quotidiano “Calabria ora” che ad esultare in paese ci siano veramente tutti.